Menu di servizio

Articolo

PES2 | Partecipazione collettiva alla fiera International Jewellery Tokyo. Dal 13 al 16 gennaio 2021

L'ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, nell'ambito del Piano Export Sud a sostegno delle PMI provenienti dalla Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e dalle Regioni in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna), intende organizzare una partecipazione collettiva di imprese italiane alla 32° edizione della fiera International Jewellery Tokyo (IJT) che si svolgerà presso il Tokyo Big Sight dal 13 al 16 gennaio 2021.
 
Perché partecipare
Il comparto della gioielleria italiana in Giappone, a partire dal 2018, è stato contraddistinto da una progressiva crescita delle esportazioni, che ha portato il nostro Paese a collocarsi saldamente quale terzo fornitore mondiale dopo Francia e Stati Uniti.
Secondo i dati forniti dall’Ufficio ICE di Tokyo, la gioielleria italiana ha aumentato il market share dal 14,86% del 2018 al 20,54% del periodo gennaio-agosto 2020 (contro 27,4% della Francia e 22,25% degli USA). Nonostante il periodo di crisi sanitaria, le difficoltà economiche e di incertezza prevalenti sui mercati mondiali, l’export italiano di prodotti di gioielleria e oreficeria nei primi 8 mesi del 2020 è diminuito solo dell’8%
contro un calo del 14,53% della Francia e 45,87% degli USA. Nel dettaglio, i prodotti più apprezzati dai consumatori giapponesi sono i gioielli in corallo, i cammei e quelli realizzati in metalli placcati. Il periodo di grave crisi economica mondiale, acuitasi ultimamente soprattutto in Europa e Stati Uniti, importanti mercati di sbocco per i prodotti italiani, rende necessario offrire il più possibile alle aziende italiane opportunità di vendita aggiuntive.
In Asia, la crisi sanitaria sembra in fase di contenimento e si assiste a una ripresa dei consumi caratterizzata da revenge shopping. Obiettivo dell’iniziativa è favorire la promozione dell’immagine del prodotto italiano in Giappone e agevolare la vendita di prodotti di eccellenza del Made in Italy provenienti dalle Regioni beneficiare dell'intervento. La fiera IJT rappresenta infatti un’opportunità
imperdibile per un marketing di successo nel mercato giapponese, perché vi intervengono solitamente oltre 25.000 operatori del settore da tutta l’area Asia/Pacifico. Per operatori si intendono dettaglianti, agenti, importatori/grossisti, responsabili degli acquisti di department store. La manifestazione rappresenta pertanto una duplice opportunità sia di approccio integrato e di radicamento nel mercato sia di possibilità di effettuare vendite immediate sul posto.
 
Il termine per aderire all'iniziativa scadrà il 24 novembre  2020.
--
 
Per approfondire leggi Piano Export Sud II
Il Piano Export Sud II, denominato PES II, con dotazione finanziaria pari a euro 50.000.000,00 a valere sulle risorse del Programma Operativo Nazionale Imprese e Competitività 2014-2020 FESR Asse III, Azione 3.4.1 “Progetti di promozione dell’export destinati a imprese e loro forme aggregate individuate su base territoriale o settoriale”.  L’azione si articola in diversi interventi destinati alle imprese, in particolare le MPMI, in continuità con quanto già realizzato dalla DGIAI del Ministero dello Sviluppo Economico con il precedente Piano Export Sud per le Regioni della Convergenza, attuato dall’ICE-Agenzia.
Le risorse sono destinate all’attuazione di iniziative di formazione e di promozione a favore delle PMI localizzate nelle “Regioni meno sviluppate” (Calabria, Campania, Puglia, Basilicata, Sicilia) e nelle “Regioni in transizione” (Abruzzo, Molise, Sardegna), di cui al Decreto Ministeriale.
Il nuovo Piano Export Sud persegue due finalità: trasformare le aziende potenzialmente esportatrici in esportatori abituali e incrementare la quota export ascrivibile alle Regioni del Mezzogiorno sul totale nazionale.
 
Leggi la circolare sul sito ICE 

Allegati: