Menu di servizio

Articolo

Assi

La strategia di intervento del PON si focalizza sul sostegno al riposizionamento competitivo del sistema produttivo delle otto Regioni del Mezzogiorno agendo:
 
  • in modo diretto, attraverso azioni, previste in tutti gli assi di intervento del Programma, che offrono sostegno finanziario alle imprese
  • in modo indiretto, attraverso azioni di carattere infrastrutturale, per lo sviluppo della banda ultralarga nelle aree a maggiore rilevanza industriale e per l’adeguamento della rete elettrica di trasporto dell’energia
  • attraverso azioni a operatività e impatto immediati per fornire una risposta in tempi rapidi agli effetti del contesto economico sfavorevole su lavoratori e imprese
  • attraverso azioni strutturali di m/l periodo, per uno sviluppo duraturo e sostenibile del sistema imprenditoriale in senso innovativo
 
I  4 obiettivi tematici  (OT 1 -  OT 2 - OT 3 - OT 4) del PON  confluiscono nei 4 assi prioritari di intervento in cui si articola il Programma:
 
ASSE I – INNOVAZIONE : In stretto collegamento con gli ambiti applicativi individuati nella S3 (Industria intelligente e sostenibile, energia e ambiente; Salute, alimentazione, qualità della vita; Agenda Digitale, Smart Communities, Sistemi di mobilità intelligente; Turismo, Patrimonio culturale e industria della creatività; Aerospazio e difesa), l’Asse prevede l’attuazione di strumenti di livello nazionale che garantiscano parità di accesso e trattamento a tutti i potenziali beneficiari che si concretizzano in azioni di comprovata efficacia per progetti (anche di natura collaborativa) di R&S e di conseguente industrializzazione dei risultati della ricerca
 
ASSE II -  BANDA ULTRALARGA E CRESCITA DIGITALE: In coerenza con la Strategia italiana per la banda ultra larga l’Asse prevede interventi di infrastrutturazione passiva sulla banda ultralarga (≥100 Mbps) eventualmente integrati da interventi pilota di infrastrutturazione attiva (componenti elettroniche per l’accensione materiale della fibra)
  • rivolti esclusivamente ad aree di rilevanza industriale/ad alta densità di imprese
  • riconducibili ad aree ricomprese nei cluster B, C e D (aree del territorio nazionale a crescente fallimento di mercato, in cui gli operatori possono maturare l’interesse a investire in reti a 100 Mbps soltanto grazie allo stimolo fornito dall’intervento pubblico)
  • con un livello di profondità della fibra (punto di arrivo della fibra), se le condizioni tecnico-economiche e di mercato lo consentono, preferibilmente di tipo FTTB/FTTH (fiber to the building - fibra fino all’edificio; fiber to the house - fibra fino all’abitazione, il collegamento in fibra ottica raggiunge la singola unità abitativa)
 
ASSE III - COMPETITIVITÀ PMI: Promuovere processi di riposizionamento competitivo del sistema produttivo meridionale, valorizzando potenzialità inespresse, attraverso interventi: con operatività e impatto immediati, per contrastare gli effetti dell’attuale congiuntura sul tessuto produttivo; inquadrabili in una più ampia strategia di sviluppo e innovazione, anche in raccordo con le azioni finanziate nell’ambito dell’Asse I. Gli interventi saranno realizzati privilegiando il ricorso a strumenti operativi nazionali conosciuti e dalla comprovata efficacia
 
ASSE IV - EFFICIENZA ENERGETICA: In collegamento con gli interventi previsti nell’Asse I, II e III del PON è previsto il sostegno ad interventi: per l’implementazione di smart grids prioritariamente sulla rete di distribuzione e sulla rete di trasmissione; per la realizzazione di sistemi di stoccaggio; per il raggiungimento di maggiori livelli di efficienza energetica all’interno delle aziende; per l’innalzamento del livello di tutela ambientale nelle strutture e nei cicli produttivi; per la realizzazione di impianti di cogenerazione ad alto rendimento finalizzati all’autoconsumo
 
Ogni Asse del Programma si articola in risultati attesi (R.A.), assegnati al PON IC nell’ambito del negoziato sull’Accordo di Partenariato con l’Italia 2014-2020. A loro volta i risultati attesi si articolano in azioni, anch’esse attribuite al PON IC nel corso del negoziato sull’Accordo di Partenariato e sul PO, nel cui ambito il Programma ha individuato anche i possibili strumenti operativi attivabili.