mappa e indicatori

Il Programma operativo nazionale Iniziativa PMI 2014-2020 FESR, caratterizzato da un unico “asse”, è finalizzato a promuovere il consolidamento e lo sviluppo delle PMI nelle otto regioni del Mezzogiorno (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia Abruzzo, Molise e Sardegna) attraverso la concessione di nuovi finanziamenti a tasso agevolato.Obiettivo principale del Programma è il “Miglioramento delle condizioni di accesso al credito delle Pmi del Mezzogiorno”. 

Leggi ancora...

ACCESSO AL CREDITO

The SME Initiative Italy

Immagine illustrativa Accesso al Credito

OBIETTIVO ACCESSO AL CREDITO: INIZIATIVA PMI

SCOPO DELL'INIZIATIVA RISORSE MESSE A DISPOSIZIONE COPERTURA GEOGRAFICA INFORMAZIONI PER GLI INTERMEDIARI FINANZIARI DOCUMENTAZIONE
E’ un’iniziativa congiunta della CE e della BEI, prevista dall’art. 39 del
reg. (UE) n. 1303/2013, gestita dal FEI (Fondo Europeo per gli Investimenti)
e finalizzata a espandere il volume di finanziamenti concessi alle PMI nell’Unione Europea.
Gli Stati membri possono aderire conferendo una quota delle risorse FESR/FEASR a essi assegnate. 
Gli istituti finanziari selezionati dal FEI,  attraverso l’adesione al Programma,
potranno cartolarizzare i loro portafogli crediti già  concessi a PMI e mid cap del Mezzogiorno.
Per effetto dell’operazione di cartolarizzazione sarà liberato capitale vigilato.
Il capitale svincolato dovrà essere utilizzato per concedere nuovi finanziamenti
a tasso agevolato alle PMI del Mezzogiorno.
322.500.000 € a cui vanno aggiunte le seguenti
ulteriore risorse, concorrenti alle finalità del Programma:
• risorse COSME per euro 4.000.000
• risorse nazionali del FSC per euro 100.000.000
Regioni del Mezzogiorno: Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Calabria, Puglia, Sardegna, Sicilia;
 
Tutti i documenti e la modulistica sono disponibili sul sito del FEI. La documentazione
contiene tutti i dettagli relativi all'ammissibilità, i criteri ed il processo
di selezione. Le domande saranno esaminate in ordine cronologico.
Con la prima call gli  istituti finanziari potevano presentare le
loro manifestazioni di interesse fino al 30 settembre 2017.
A partire dall'8 febbraio 2019, la nuova scadenza
per la presentazione delle manifestazioni di interesse
da parte degli intermediari finanziari è stata posticipata al 31 dicembre 2019.
Pertanto qualsiasi riferimento nel bando (Call) alla "scadenza"
(inclusa quella ai fini della sezione 5 dell'invito), sarà il 31 dicembre 2019.
 
L'immagine raffigura una lente di ingradimento sulle regioni del mezzogiorno

Open data

€322.500.000

Dotazione finanziaria