Menu di servizio

Articolo

Documenti di Programmazione

DECRETO LEGGE n. 34 del 19 maggio 2020 (DECRETO RILANCIO)
Il regolamento introduce misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonchè politiche sociali connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19
 
 
 
REGOLAMENTO (UE) 2020/558 del 23 aprile 2020 
Il regolamento modifica i regolamenti (UE) n. 1301/2013 e (UE) n. 1303/2013 per quanto riguarda misure specifiche volte a fornire flessibilità eccezionale nell'impiego dei fondi strutturali e di investimento europei in risposta all'epidemia di COVID-19 .
 
 
DECRETO LEGGE n. 23 dell'8 aprile 2020 (DECRETO LIQUIDITA')

Il Decreto Legge n. 23 dell'8 aprile 2020 (cosiddetto Decreto Liquidità) , pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 94 dell'8 aprile 2020 con entrata in vigore il giorno successivo, attua misure urgenti in materia di accesso al credito e adempimenti fiscali per le imprese, nonchè poteri speciali per interventi in materia di salute e lavoro e per la proroga di termini amministrativi e processuali.

Testo del Decreto Legge 

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE 3 aprile 2020

Modifica del quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del COVID - 19

La comunicazione definisce  ulteriori misure temporanee di aiuti di Stato che la Commissione ritiene compatibili a norma dell'articolo 107, paragrafo 3, del TFUE alla luce della pandemia di COVID-19.
 
 

REGOLAMENTO (UE) 2020/460 del Parlamento europeo e del Consiglio del 30 marzo 2020

Il Regolamento modifica i Regolamenti (UE) n. 1301/2013, (UE) n. 1303/2013 e (UE) n. 508/2014 per quanto riguarda misure specifiche volte a mobilitare gli investimenti nei sistemi sanitari degli Stati membri e in altri settori delle loro economie in risposta all'epidemia di COVID-19 (Iniziativa di investimento in risposta al coronavirus)

Testo del Regolamento

 

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE 20 marzo 2020

Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del COVID - 19

La comunicazione definisce le condizioni di compatibilità la Commissione  applicherà in linea di massima agli aiuti concessi dagli Stati membri a norma dell’articolo 107, paragrafo 3, lettera b), del TFUE.
 
 

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE 19 marzo 2020

Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del COVID - 19

Nell'ambito dell'impegno complessivamente prodigato dagli Stati membri per far fronte agli effetti dell'epidemia di COVID-19 sulla loro economia, la  comunicazione illustra le possibilità di cui gli Stati membri dispongono in base alle norme dell'UE per garantire la liquidità e l'accesso ai finanziamenti per le imprese, in particolare le PMI, che si trovano a far fronte a un'improvvisa carenza di credito in questo periodo, per consentire loro di riprendersi dalla situazione attuale.
 
 
 

FONDI STRUTTURALI E DI INVESTIMENTO EUROPEI

REGOLAMENTO RECANTE LE REGOLE  FINANZIARIE APPLICABILI AL BILANCIO GENERALE DELL'UNIONE E CHE MODIFICA i regolamenti (UE) n. 1296/2013, (UE) n. 1301/2013, (UE) n. 1303/2013, (UE) n. 1304/2013, (UE) n. 1309/2013, (UE) n. 1316/2013, (UE) n. 223/2014, (UE) n. 283/2014 e la decisione n. 541/2014/UE e abroga il regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012
 
Regolamento (UE, Euratom) n. 1046/2018 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 luglio 2018, recante norme relative alla formazione e all’esecuzione del bilancio generale dell’Unione europea e della Comunità europea dell’energia atomica («bilancio») e alla presentazione e alla revisione dei loro conti. In particolare, il regolamento modifica anche il Reg. (UE) n. 1303/2013 in merito a determinate disposizioni in materia di aiuti di stato.
 

 

REGOLAMENTO RECANTE I CRITERI SULL'AMMISSIBILITA' DELLE SPESE PER I FONDI STRUTTURALI DI INVESTIMENTO EUROPEI (SIE)

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 5 febbraio 2018, n. 22: "Regolamento recante i criteri sull'ammissibilita' delle spese per iprogrammi cofinanziati dai Fondi strutturali di investimento europei (SIE) per il periodo di programmazione 2014/2020".

 

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI COMUNI

Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013 , recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio

Testo integrale del regolamento su Eur-Lex

Modificato da: Regolamento (UE) 2015/1839 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 14 ottobre 2015 che modifica il regolamento (UE) n. 1303/2013 per quanto riguarda le misure specifiche per la Grecia (OJ L 270, 15.10.2015, p. 1)

Vedi anche le dichiarazioni aggiuntive pubblicate nella Gazzetta ufficiale

 

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE

Regolamento di esecuzione (UE) n. 821/2014 della Commissione, del 28 luglio 2014 , recante modalità di applicazione del regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le modalità dettagliate per il trasferimento e la gestione dei contributi dei programmi, le relazioni sugli strumenti finanziari, le caratteristiche tecniche delle misure di informazione e di comunicazione per le operazioni e il sistema di registrazione e memorizzazione dei dati
 

 

REGOLAMENTO FESR

Regolamento (UE) n. 1301/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013, relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale e a disposizioni specifiche concernenti l'obiettivo "Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione" e che abroga il regolamento (CE) n. 1080/2006

Testo integrale del regolamento su Eur-Lex

Vedi anche le dichiarazioni aggiuntive pubblicate nella Gazzetta ufficiale

 

REGOLAMENTO FSE

Regolamento (UE) n. 1304/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013, relativo al Fondo sociale europeo e che abroga il regolamento (CE) n. 1081/2006 del Consiglio

Testo integrale del regolamento su Eur-Lex

 

REGOLAMENTO ETC

Regolamento (UE) n. 1299/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013, recante disposizioni specifiche per il sostegno del Fondo europeo di sviluppo regionale all'obiettivo di cooperazione territoriale europea

Testo integrale del regolamento su Eur-Lex

 

REGOLAMENTO GECT

Regolamento (UE) n. 1302/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013, che modifica il regolamento (CE) n. 1082/2006 relativo a un gruppo europeo di cooperazione territoriale (GECT) per quanto concerne il chiarimento, la semplificazione e il miglioramento delle norme in tema di costituzione e di funzionamento di tali gruppi

Testo integrale del regolamento su Eur-Lex

 

REGOLAMENTO FONDO DI COESIONE 

Regolamento (UE) n. 1300/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013, relativo al Fondo di coesione e che abroga il regolamento (CE) n. 1084/2006 del Consiglio

Testo integrale del regolamento su Eur-Lex

 

REGOLAMENTO FEASR

Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che abroga il regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio

Testo integrale del regolamento su Eur-Lex

 

REGOLAMENTO FEAMP

Regolamento (UE) n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativo al Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e che abroga i regolamenti (CE) n. 2328/2003, (CE) n. 861/2006, (CE) n. 1198/2006 e (CE) n. 791/2007 del Consiglio e il regolamento (UE) n. 1255/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio

Testo integrale del regolamento su Eur-Lex

 

Decision on the model of funding agreement (SME Initiative)

2014/660/EU: Decisione di esecuzione della Commissione dell'11 settembre 2014 relativa al modello di accordo di finanziamento per il contributo del Fondo europeo di sviluppo regionale e del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale agli strumenti finanziari congiunti di garanzia illimitata e cartolarizzazione a favore delle piccole e medie imprese.

Testo integrale su Eur-Lex

Decision on ETC Geography

2014/388/EU: Decisione di esecuzione della Commissione del 16 giugno 2014 che stabilisce l'elenco delle regioni e delle zone ammissibili a un finanziamento del Fondo europeo di sviluppo regionale nel quadro delle componenti transfrontaliere e transnazionali dell'obiettivo di cooperazione territoriale europea per il periodo 2014-2020 [notificata con il numero C(2014) 3898]

Testo integrale su Eur-Lex

Decision on ETC Resources

2014/366/EU: Decisione di esecuzione della Commissione del 16 giugno 2014 che istituisce l'elenco dei programmi di cooperazione e indica l'importo globale del sostegno complessivo del Fondo europeo di sviluppo regionale per ciascun programma nell'ambito dell'obiettivo «Cooperazione territoriale europea» per il periodo 2014-2020 (notificata con il numero C(2014) 3776)

Testo integrale su Eur-Lex

Modified by: Decisione di esecuzione della commissione del 17 novembre 2014 (2014/805/EU)

Decisione che fissa la ripartizione annuale per Stato membro delle risorse globali per il Fondo europeo di sviluppo regionale, il Fondo sociale europeo e il Fondo di coesione a titolo dell'obiettivo Investimenti in favore della crescita e dell'occupazione e dell'obiettivo Cooperazione territoriale europea

2014/190/EU: Decisione di esecuzione della Commissione del 3 aprile 2014 che fissa la ripartizione annuale per Stato membro delle risorse globali per il Fondo europeo di sviluppo regionale, il Fondo sociale europeo e il Fondo di coesione a titolo dell'obiettivo Investimenti in favore della crescita e dell'occupazione e dell'obiettivo Cooperazione territoriale europea, la ripartizione annuale per Stato membro delle risorse della dotazione specifica per l'iniziativa a favore dell'occupazione giovanile e l'elenco delle regioni ammissibili nonché gli importi da trasferire dalle dotazioni del Fondo di coesione e dei fondi strutturali di ciascuno Stato membro al meccanismo per collegare l'Europa e agli aiuti agli indigenti per il periodo 2014-2020 [notificata con il numero C(2014) 2082]

Testo integrale su Eur-Lex

Elenco delle regioni ammesse a beneficiare del finanziamento del Fondo europeo di sviluppo regionale e del Fondo sociale europeo nonché degli Stati membri ammessi a beneficiare del finanziamento del Fondo di coesione

2014/99/UE: Decisione di esecuzione della Commissione, del 18 febbraio 2014 , che definisce l'elenco delle regioni ammesse a beneficiare del finanziamento del Fondo europeo di sviluppo regionale e del Fondo sociale europeo nonché degli Stati membri ammessi a beneficiare del finanziamento del Fondo di coesione per il periodo 2014-2020 [notificata con il numero C(2014) 974]

Testo integrale su Eur-Lex

TUTTA LA NORMATIVA E' DISPONIBILE SUL SITO INFOREGIO

 
 
AIUTI DI STATO

 

AIUTI DI STATO A FINALITA' REGIONALE 2014-2020

Gli orientamenti sugli aiuti regionali definiscono le norme in base alle quali gli Stati membri possono concedere aiuti di Stato alle imprese per sostenere gli investimenti in nuovi impianti di produzione nelle regioni meno favorite d'Europa o per ampliare o ammodernare le strutture esistenti
 
 

REGOLAMENTO GENERALE DI ESENZIONE PER CATEGORIA 

Il nuovo Regolamento generale di esenzione per categoria costituisce un elemento fondamentale della modernizzazione degli aiuti di Stato. Con la sua adozione, la Commissione europea ha ampliato il campo di applicazione delle esenzioni dall'obbligo di notifica preventiva degli aiuti di Stato concessi alle imprese. Dal momento della sua entrata in vigore (1 luglio 2014), gli Stati membri possono concedere aiuti di importi più elevati ad una categoria più ampia di imprese rispetto al precedente Regolamento senza doverli notificare alla Commissione per l'autorizzazione preventiva, se sono rispettate talune condizioni
 
 

AIUTI DI STATO A FAVORE DI RICERCA SVILUPPO E INNOVAZIONE

Gli orientamenti (Comunicazione della Commissione - 2014/C 198/01), entrati in vigore il 21 maggio 2014, si applicano alle misure di aiuto alla ricerca, sviluppo e innovazione potenzialmente più distorsive della concorrenza in quanto concesse per livelli di intensità maggiori di quelli previsti dal nuovo regolamento generale di esenzione che pure prevede aiuti a favore di Ricerca sviluppo e innovazione, in esenzione da notifica.
 

TUTTA LA NORMATIVA E' DISPONIBILE SUL SITO POLITICHE EUROPEE

 
 
ACCORDO DI PARTENARIATO 2014-2020
L'Accordo, inizialmente approvato dalla Commissione Europea il 29 ottobre 2014, è stato modificato l'8 febbraio 2018 a seguito della programmazione delle risorse attribuite all'Italia con l'adeguamento tecnico del Quadro Finanziario Pluriennale europeo 2014-2020, così come previsto dall'art. 92, par. 3 del Regolamento UE.